Sports

La storia del Trofeo Matteotti

Il Trofeo Matteotti nasce nel 1945 segnando la ripresa dell’attività agonistica in Italia dopo la guerra e diffondendo attraverso lo sport un autentico messaggio di pace e libertà.

Il nome della corsa è stato scelto in omaggio a un grande statista italiano ucciso dai fascisti: Giacomo Matteotti.

I migliori corridori italiani e stranieri hanno partecipato alla gara: Coppi, Bartali, Ricci, Magni, Moser, Baldini, Gimondi , Sorensen, Zberg, Museeuw, Bugno, Bartoli, Savoldelli, Di Luca, Filippo Pozzato.

Il difficile percorso e le impreviste condizioni climatiche – variabili anche nel corso della stessa giornata – rendono questa gara un test significativo relativamente alla forma degli atleti in vista dei campionati mondiali autunnali.

Sei vincitori del Trofeo Matteotti hanno infatti conquistato il titolo mondiale successivamente alla vittoria del Trofeo. Si tratta di Baldini, Basso, Gimondi, Moser, Argentin, Bugno.

Tradizione vuole che le cerimonie di premiazione vedano i campioni essere celebrati da un pubblico composto da migliaia di sportivi e semplici curiosi.

Nel corso degli anni, il Trofeo è divenuto momento di aggregazione e condivisione per Pescara e l’Abruzzo.

La corsa si disputa su una parte del vecchio circuito cittadino di Formula 1, intitolata a Tito Acerbo.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

Più letti

To Top